Esenzioni

L'ESENZIONE DAL TICKET PER MOTIVI DI REDDITO

Alcune condizioni personali e sociali, associate a determinate situazioni di reddito, danno diritto all’esenzione dal ticket per visite e prestazioni specialistiche ambulatoriali. I cittadini iscritti al Servizio Sanitario Nazionale hanno diritto all'esenzione dal ticket per motivi reddituali se appartengono alle categorie sotto elencate:
  • età e reddito
  • disoccupazione e reddito
  • pensione minima e reddito
  • assegno sociale

 

Per non incorrere in sanzioni penali, il cittadino, prima di presentare l’autodichiarazione di esenzione dovrà verificare i proprio requisiti (età, reddito familiare, stato occupazionale, ecc.).

REDDITO DA CONSIDERARE

È il reddito complessivo lordo dell’anno precedente a quello di esecuzione delle prestazioni specialistiche. I redditi dei due coniugi concorrono sempre a formare il reddito complessivo a meno che non siano separati legalmente.

NUCLEO FAMILIARE e FAMILIARI A CARICO

Non è rilevante il nucleo anagrafico ma quello fiscale. I coniugi formano nucleo familiare ai fini fiscali se non sono separati legalmente. In linea generale, il familiare a carico è colui per il quale il dichiarante usufruisce delle detrazioni fiscali. Il nucleo familiare è composto dalle persone i cui nominativi sono presenti nella dichiarazione dei redditi. Non rientrano nel nucleo familiare i figli o altre persone (non il coniuge) che, pur coabitando, hanno un reddito proprio superiore a 2.840,51 euro.

STATO DI DISOCCUPAZIONE

Per legge, il disoccupato è colui che ha già lavorato ed è iscritto al Centro per l’Impiego alla ricerca di una nuova occupazione. Colui che non ha mai lavorato è considerato inoccupato e non ha diritto all’esenzione. Presso il Centro per l’Impiego è possibile verificare la propria condizione.

NON HANNO DIRITTO ALL’ESENZIONE

CITTADINI NELLA FASCIA DI ETÀ TRA I 6 ED I 65 ANNI. Pagano il ticket semprechè non rientrino in una categoria di esenzione di seguito elencata, o per motivi sanitari o sociali.

HANNO DIRITTO ALL’ESENZIONE PER ETÀ E REDDITO

BAMBINI SOTTO I 6 ANNI - ANZIANI SOPRA I 65 ANNI. Sono esenti dal ticket solo se il reddito familiare non supera € 36.151,98 annui lordi.

HANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE PER DISOCCUPAZIONE E REDDITO

I DISOCCUPATI ed i loro FAMILIARI A CARICO, purché appartenenti a:
  • nucleo familiare formato da una persona: il reddito lordo non deve superare 8.263,31 euro.
  • nucleo familiare formato da due coniugi: il reddito lordo non deve superare 11.362,05 euro.
  • nucleo familiare con figli: il reddito del nucleo familiare va aumentato di 516,46 euro per ogni figlio o altro familiare a carico.

HANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE PER PENSIONE MINIMA O ASSEGNO SOCIALE

I TITOLARI DI PENSIONE MINIMA o i TITOLARI DI ASSEGNO SOCIALE (ex pensione sociale) con ETÀ SUPERIORE A 60 ANNI e FAMILIARI A CARICO purché appartenenti a:
  • nucleo familiare formato da una persona: il reddito lordo non deve superare 8.263,31 euro.
  • nucleo familiare formato da due coniugi: il reddito lordo non deve superare 11.362,05 euro.
  • nucleo familiare con figli: il reddito del nucleo familiare va aumentato di 516,46 euro per ogni figlio o altro familiare a carico.

COME OTTENERE L’ESENZIONE PER MOTIVI DI REDDITO


Fino al 30 aprile 2011, il cittadino potrà autocertificare la propria esenzione per motivi economici firmando l’impegnativa (ad esempio: “esente per età e reddito”, “esente per disoccupazione e reddito”, “pensionato al minimo”, “familiare a carico di pensionato al minimo”, ecc…) sul retro della ricetta.
Dal 1 maggio 2011, non sarà più accettata la firma sull'impegnativa. Il cittadino dovrà esibire al proprio medico (medico di famiglia, pediatra, specialista) il certificato di esenzione rilasciato dalla propria Azienda Ulss. Il medico riporterà il codice di esenzione sulla ricetta. Se la ricetta non riporta alcun codice di esenzione, la prestazione richiesta sarà assoggettata al pagamento del ticket.

COS’È L’AUTODICHIARAZIONE?

L'autodichiarazione è uno strumento attraverso il quale il cittadino può ottenere dalle amministrazioni dei benefici senza dover esibire certificati provenienti da altre autorità. Tuttavia la fiducia che la legislazione vigente concede al cittadino, non è assoluta.
L'amministrazione pubblica deve necessariamente provvedere ai controlli. Se l’autodichiarazione non corrisponde al vero, colui che dichiara il falso, oltre a decadere dai benefici ottenuti, incorre in responsabilità di natura penale.
In base all’art. 71, comma 1 del DPR 445/2000 (Testo unico in materia di documentazione amministrativa), le amministrazioni sono tenute ad effettuare idonei controlli, anche a campione, e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive. Devono altresì comunicare all’Autorità Giudiziaria i nominativi di coloro i quali hanno espresso una falsa dichiarazione.

 

Altre tipologie di esenzione

ESENZIONI TICKET PER PATOLOGIA

COME OTTENERE L’ESENZIONE

L’esenzione per patologia viene certificata dal medico specialista a seguito di accertamenti diagnostici ambulatoriali o alla dimissione dal ricovero ospedaliero. Per ottenere l’attestato di esenzione è necessario presentare il certificato dello specialista ai competenti uffici amministrativi della propria Azienda Ulss (Punti Sanità, Accettazione Ricoveri). Tale attestato va presentato al proprio medico ad ogni prescrizione.

LA PRESCRIZIONE

Il medico prescrittore riporta sulla ricetta il codice di esenzione presente nell’attestato, codice che deve essere indicato solamente nel caso in cui tale esenzione conferisca all’assistito un diritto spendibile nel caso concreto. In caso contrario, il medico annulla la casella “N” (non esente) presente sulla ricetta. Le prestazioni erogabili in esenzione sono indicate sull’attestato rilasciato dall’Azienda Ulss. Per questa tipologia di esenzione, ovviamente, non è ammessa l’autocertificazione da parte dell’assistito.

Informazioni

Per informazioni più dettagliate in merito alla normativa e alle esenzioni, è possibile contattare l'Ufficio Ispettivo e Attività a Pagamento, Dr.ssa Marina Beccati, tel. 0425 394615. e-mail: marina.beccati@aulss5.veneto.it

Informazioni

Elenco completo

La tua ULSS cambia nome!

Dal 1 gennaio 2017,
in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, le due aziende Ulss 18 di Rovigo e 19 di Adria si uniscono nella nuova Azienda Ulss 5 Polesana
il sito web a cui fare riferimento è
www.aulss5.veneto.it