Terapia del Dolore Osp. Rovigo

Attività scientifiche

Attività scientifiche svolte nella struttura.

Responsabile

(F.F.) Maria Rita Saltari

Telefono

Segreteria: 0425 393203

Fax:

0425 394238

E-mail:

terapant.ro@azisanrovigo.it

Orari

Attività ambulatoriale: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 17.30
Sedute operatorie: lunedì - mercoledì

Indirizzo

Ospedale Santa Maria della Misericordia
Viale Tre Martiri, 140
45100 Rovigo

Corpo M, 4° piano

Staff

Staff Medico: Dott. Flavio Michielan (Direttore), Dott.ssa Rita Saltari, Dr.ssa Cinzia Gozza, Dott. Francesco Crestani

Responsabile personale infermieristico e tecnico-sanitario di Dipartimento: Nazzarena Merlo 

Descrizione, Mission e Obiettivi

 L' Unità Operativa Semplice di Terapia Antalgica e Cure Palliative è una struttura finalizzata ad assicurare la diagnosi, la prevenzione, il trattamento e la cura di pazienti affetti da sindromi dolorose attraverso sistemi organizzativi adeguati alle diverse necessità assistenziali, ovvero:

a) Day Surgery
b) attività ambulatoriale specialistica

L' Unità Operativa Semplice di Terapia Antalgica persegue la seguente MISSION:

1) garantire un'assistenza di qualità elevata
2) garantire un'attività di alta specializzazione
3) incrementare l'attività di formazione in ambito clinico rivolta a:
- professionisti della Sanità nell'Ospedale
- professionisti della Sanità nel territorio interessati ai problemi relativi alla Medicina del
Dolore
4) effettuare attività di ricerca clinica nel contesto della Medicina del Dolore
Si applicano protocolli di trattamento validati a livello internazionale e riconosciuti come efficaci nella medicina basata sulle evidenze.Grande attenzione viene riservata alla corretta informazione e partecipazione del paziente al processo terapeutico.

CURE PALLIATIVE
La UOS Medicina del Dolore, secondo gli ultimi indirizzi legislativi relativi alla Legge 38 del 15 Marzo2010 si pone la mission di assicurare un appropriato livello di assistenza medica  ai pazienti ammessi alle Cure Palliative  ospitati presso il Centro residenziale Hospice“Casa del Vento Rosa “di Lendinara.
In questo ambito il ruolo del medico palliativista è focalizzato nel trattamento della sintomatologia del paziente.
I sintomi nella fase terminale implicano un forte impatto sulla vita del paziente e sull'orientamento assistenziale che in questa fase è finalizzato a garantire la migliore qualità di vita e la migliore dignità della morte, in quanto il paziente ha già eseguito in ambiente ospedaliero un completo percorso diagnostico e terapeutico relativo alla sua patologia di base.
Il trattamento dei sintomi si attua attraverso un piano di cura individuale che tenga conto dei desideri del paziente.
Fondamentale appare quindi il trattamento del dolore che si attua a partire da un contesto globale delle condizioni cliniche del paziente.
Il trattamento del dolore viene attuato in modo personalizzato con la prescrizione di vari farmaci tra i quali gli oppiacei rivestono un ruolo principale ma non esclusivo che vengono somministrati attraverso varie vie orale,sottocutanea endovenosa, trandermica, intraspinale e modulati con dosi aggiuntive per controllare le fasi di esacerbazione che si possono manifestare spontaneamente o possono essere collegate a talune situazioni come per esempio le cure igieniche o i cambiamenti di posizione tipici del dolore di tipo incidente.
Altri sintomi frequenti nel paziente in fase terminale che vengono trattati farmacologicamente sono rappresentati da nausea, vomito,anoressia,dispnea,debolezza,fatica ,problemi intestinali e vescicali come pure  , insonnia, ansia e delirio.
Per il medico e per gli altri membri dell'equipe ciascuno nel proprio ruolo é essenziale che l'approccio relazionale preveda il coinvolgimento non solo del paziente ricoverato ma anche della sua famiglia in quanto aiuto, presenza ,ascolto e accompagnamento al fine di poter garantire le migliori cure possibili al paziente.




Attività

 PATOLOGIE DOLOROSE TRATTATE

1) Dolore nel distretto cranio - facciale
Nevralgia trigeminale essenziale, sintomatica o post-trauma facciale
Nevralgia post-herpetica trigeminale
Dolore facciale atipico

2) Dolore nel distretto collo - spalla - arto superiore
Cervicalgia e Cervicobrachialgia da:
- Artrosi delle articolazioni zigoapofisarie cervicali
- Ernia discale cervicale
- Sindrome del canale midollare stretto
Dolore acuto da Herpes Zooster e nevralgia post-herpetica (NPH) cervicobrachiale
Dolore neuropatico periferico radiale, ulnare, mediano post-lesionale Algie spalla (tenosinovite, calcificazione, lacerazione della cuffia dei rotatori ecc.)
Epicondilite
Epitrocleite
Sindrome del tunnel carpale
Complex Regional Pain Syndrome (CRPS) tipo I e II
(Algodistrofia Simpatico Riflessa, Causalgie post traumatiche)
Dolore nell'arteriopatia obliterante cronica periferica degli arti superiori,
(arteriosclerosi, Malattia di Raynaud, diabete, malattie del collageno, ecc.)

3) Dolore nel distretto toracico
Dorsalgia:
- Artrosi delle articolazioni zigoapofisarie dorsali,
- Ernia discale dorsale,
- Sindrome del canale midollare stretto,
- Crollo vertebrale dorsale (da osteoporosi)
Dolore acuto da Herpes Zooster e nevralgia post-herpetica (NPH) dorsale e intercostale
Dolore neuropatico intercostale post-operatorio, post-chemioterapia, etc..4) Dolore nel distretto addomino pelvico
Dolore pelvico - perineale
Dolore genitale

Dolore neuropatico inguinale post-operatorio, post-chemioterapia,
etc...

5) Dolore nel distretto lombosacrale - arto inferiore
Lombalgia, Lombosciatalgia
Coccigodinia
Dolore acuto da Herpes Zooster e nevralgia post-herpetica (NPH) lombosacrale
Coxalgia (da artrosi)
Gonalgia (da artrosi)
Talalgia da sperone calcaneare
Dolore nell'arteriopatia obliterante cronica periferica degli arti inferiori,
non candidabile a intervento di rivascolarizzazione, refrattario a terapia farmacologia
convenzionale
Complex Regional Pain Syndrome (CRPS) tipo I e II
(cosiddetta Algodistrofia Simpatico Riflessa, Causalgie post traumatiche)
6) Dolore Neoplastico

Ricerca e Sviluppo

Il servizio ha partecipato ai seguenti progetti :

  • Studio osservazionale-epidemiologico coordinato dal " Centro Studi e Ricerche Osservatorio Italiano Cure Palliative" dal titolo:" Analisi delle caratteristiche del dolore in malati oncologici in fase avanzata seguiti mediante programmi di cure palliative a domicilio". Progetto 2002
  • Partecipazione al progetto nazionale :" Verso un Ospedale senza Dolore" i cui risultati hanno evidenziato un'insufficiente percezione del dolore nei pazienti ricoverati ed un inadeguato trattamento da parte degli operatori sanitari del territorio nazionale. Tali rilevazioni hanno portato in varie Regioni, tra cui il Veneto, alla costituzione di gruppi di lavoro deputati alla formazione del personale medico ed infermieristico sul corretto trattamento del dolore
  • Partecipazione al progetto :"Valutazione del dolore e del relativo trattamento in malati oncologici avanzati al momento della presa in carico da parte di un'Unità di Terapia del Dolore e Cure Palliative" nell'ambito dello studio osservazionale-epidemiologico coordinato dall'Osservatorio Italiano Cure Palliative. Progetto 2003
  • " Efficacia ed effetti biologici della somministrazione intratecale continua di morfina ed anestetici locali nel trattamento dei pazienti con sindromi algiche di origine neoplastica" in collaborazione con U.O. di Terapia Antalgica dell'Azienda USL di Rimini.

Modalità di accesso

Prime visite e controlli, tramite prenotazione CUP (tel. 800 061644).

Lista Dirigenti/Titolari di P.O.

Gozza Cinzia /Curriculum_Gozza_Cinzia.pdf [pdf ~31kb] Curriculum Vitæ

Prestazioni erogate


Responsabile del contenuto: (F.F.) Maria Rita Saltari

Ultimo aggiornamento: 10/06/2015

La tua ULSS cambia nome!

Dal 1 gennaio 2017,
in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, le due aziende Ulss 18 di Rovigo e 19 di Adria si uniscono nella nuova Azienda Ulss 5 Polesana
il sito web a cui fare riferimento è
www.aulss5.veneto.it