Pronto Soccorso Osp. Rovigo

Attività scientifiche

Attività scientifiche svolte nella struttura.

Responsabile

Dott. Stefano Kusstatscher
Dott. Stefano Kusstatscher

Telefono

Accettazione: 0425 393430
Coord. Infermieristico: 0425 393431

Osservazione breve intensiva: 0425 393425

Fax:

0425 394222

E-mail:

kusstatscher.stefano@azisanrovigo.it

Orari

Il Pronto Soccorso di Rovigo è operativo 24 h su 24.
L’attività di Pronto Soccorso è suddivisa in:
- Area per la gestione dei pazienti critici
- Area ambulatoriale per la gestione delle problematiche mediche minori
- Attività di Osservazione Breve Intensiva (O.B.I)

Indirizzo

Ospedale Santa Maria della Misericordia
Viale Tre Martiri, 140
45100 Rovigo

Corpo D – area sud-est - Piano terra

Staff

Dott.ssa Joelle Enonguene, Dott. Sandro Ferretti, Dott. Fabrizio Ferrucci, Dott. Giuseppe Fotia, Dott. Claudio Frasson, Dott.ssa Lenzi Francesca, Dott. Enrico Lodo, Dott.ssa Chiara Maset, Dott.ssa Agata Mattace, Dott.ssa Emanuela Reschiglian, Dott. Raffaele Ruffini, Dott. Giuseppe Sipala, Dott.ssa Marta Soattin, Dott.ssa Aikaterini Tsami, Dott.ssa Tiziana Michela Virgili.

Responsabile personale infermieristico e tecnico-sanitario di Dipartimento: Braggion Elisa
Coordinatore Infermieristico UOC Rovigo: Manfrinato Maria Giovanna

Il personale medico, infermieristico e di supporto (OSS) assicurano a rotazione la presenza continua di tutti gli operatori necessari, secondo fasce orarie di presenza diversificate

Descrizione, Mission e Obiettivi

La mission
Accogliere l’utente e identificare le situazioni potenzialmente critiche per la vita, con assegnazione di corretti codici di priorità di visita;

Il Pronto Soccorso è un servizio finalizzato a prestare le prime cure ai pazienti che richiedono interventi di emergenza – urgenza.

Eroga prestazioni in urgenza ai pazienti che accedono direttamente o su indicazione del Medico curante; valuta le richieste di consulenza specialistiche urgenti inviate dai Medici Medicina Generale si avvale delle relative consulenze specialistiche interne all’ospedale;

la UOC dispone di unità di Osservazione Breve per pazienti critici e per pazienti non critici, dove vengono temporaneamente monitorati gli utenti sottoposti ad accertamenti diagnostici o a trattamenti terapeutici urgenti;

è dotata di un’Osservazione Breve Intensiva con 10 posti letto attrezzati destinati alla esclusione del rischio clinico per consentire dimissioni in sicurezza e per affinare eventuali sospetti diagnostici in modo da migliorare l’appropriatezza dei ricoveri.

Appositi protocolli per percorsi diagnostici e terapeutici vengono adottati per la gestione dell’infarto miocardio acuto (STEMI) in collaborazione con il 118 e la Cardiologia e per la gestione del paziente con l’ictus (STROKE) in collaborazione con il 118 e la Nurologia.

Gli utenti che accedono alla Struttura provengono dal territorio dell'Azienda ULSS 18 e delle Aziende ULSS limitrofe, quali: 19 di Adria, 17 di Monselice, 21 di Legnago e Az. ULSS di Ferrara., con un indice di attrazione del 22% circa.

La priorità secondo la quale vengono visitati e curati i pazienti viene stabilita sulla base della gravità delle condizioni e non secondo l'ordine di arrivo in Pronto soccorso.

Il TRIAGE
Rappresenta una metodologia infermieristica per regolamentare l’accesso dei pazienti alle strutture di Emergenza Sanitaria, sia territoriali che ospedaliere. Attraverso questa metodica viene assegnato un codice colore al momento dell’arrivo del paziente. La valutazione viene effettuata raccogliendo i dati anamnestici scontro 3 livelli valutativi:

TRIAGE1

 

I codici colore sono così suddivisi:

TRIAGE2

Dall’attribuzione del codice colore dipendono le successive scelte operative che riguardano i tempi, le modalità e le area di attesa e valutazione. 

L’identificazione dell’utente, avvenuta al triage con assegnazione del relativo codice colore, viene riportata su di un braccialetto personale che seguirà l’utente lungo tutto il percorso di diagnosi e cura all’interno del Pronto Soccorso. 

Per la gestione delle problematiche minori, sono stati adottati percorsi brevi (Fast Track) per la gestione di alcune problematiche mediche con ambulatori dedicati per le seguenti specializzazioni:
- dermatologia
- oculistica
- otorinolaringoiatria
- odontoiatria

Inoltre è attivo un precorso con Ambulatorio Infermieristico dedicato per la gestione della traumatologia minore degli arti inferiori.

In ottemperanza alle direttive della Delibera Regionale 74/2014 sono inoltre stati intrapresi i seguenti percorsi:

Attivazione della figura dell’ASSISTENTE di SALA presente tutte le mattine dalle ore 9:00 alle ore 15:00 al fine di migliorare la comunicazione con l’utenza;
L’attività dell’Assistente di sala d’attesa è stata concepita per facilitare la comunicazione tra gli utenti, i loro familiari o accompagnatori ed il personale sanitario, nel fornire informazioni e indicazioni (non di carattere sanitario).
Questa figura contribuirà a rispondere ai bisogni di ascolto, comprensione e informazione da parte dell’utenza, con particolare attenzione verso la persona “fragile”.
È una figura che integra, ma non sostituisce, il personale sanitario del Pronto Soccorso con il compito di fornire informazioni necessarie a migliorare la comprensione delle procedure e delle attività di Pronto Soccorso.

Attivazione di uno specifico protocollo di gestione infermieristica per la valutazione ed il trattamento del dolore che prevede la compilazione delle scale del dolore (NSR) e la somministrazione di eventuali farmaci antidolorifici sulla base di uno specifico algoritmo predeterminato.

È stata predisposta l’attivazione di un sistema WiFi per il collegamento ad internet da parte degli utenti in sala d’attesa.
Sempre nella sala d’attesa è stato acquisito un Totem con computer che consente la navigazione internet e la consultazione del sito aziendale.  

Attività

Si effettuano certificati INAIL (primo certificato) ed eventualmente un certificato continuativo ed il certificato di chiusura della pratica INAIL su richiesta dell’interessato.

Le prestazioni di Pronto Soccorso sono soggette al pagamento del ticket sanitario ad eccezione di specifiche condizioni individuate in successive delibere della Giunta Regionale del Veneto.

Il pagamento del ticket sanitario di Pronto Soccorso non deve assolutamente essere interpretato come una sorta di punizione come non lo è per le persone che, pur presentando una sintomatologia specifica, si recano agli ambulatori specialistici dove regolarmente vengono visitati e pagano il ticket.

Al pari delle visite ambulatoriali il ticket di Pronto Soccorso rappresenta esclusivamente una compartecipazione del cittadino alla spesa sanitaria.

La DGR della Regione Veneto n.1513/2014 stabilisce che tutti i codici (verdi e bianchi) di accettazione al Pronto Soccorso devono essere dimessi con codice colore bianco e pertanto assoggettati al pagamento del ticket, ad eccezione di 10 tipologie di pazienti previste all’interno della DGR.

Le eccezioni sono rappresentate dalle seguenti 10 tipologie di utenti che verranno dimessi con codice colore verde:

1. Proposta di ricovero in ospedale;
2. Osservazione Breve Intensiva (> 4 ore);
3. Traumi con frattura, lussazione, (ferita con sutura o colla) distorsione con apparecchio di contenzione;
4. Ustioni di I grado > al 18% o ustioni di maggiore gravità;
5. Presenza di corpo estraneo che richieda estrazione strumentale;
6. Intossicazione acuta, limitatamente ai casi rientranti nelle ipotesi 1 o 2 del presente elenco;
7. Condizioni di rischio legate allo stato di gravidanza;
8. Invio in Pronto Soccorso da parte del Medico di Medicina Generale o di Continuità Assistenziale con esplicita richiesta di ricovero ospedaliero;
9. Vittime di reati del Codice Penale (artt. 571, 572,583-bis, 609-bis, 612-bis)
10. Complicanza di intervento chirurgico entro 30 giorni.

Tutti i pazienti, con qualsiasi codice di accesso, che autonomamente lasciano il Pronto Soccorso prima della chiusura dell’accesso o che lasciano l’Ospedale senza rientrare in Pronto Soccorso dopo una prestazione specialistica verranno assoggettati al pagamento del Ticket..

Tutti gli accessi classificati come “CODICE BIANCO” alla dimissione sono assoggettati al pagamento della quota fissa per l’accesso e dei ticket sulle prestazioni erogate, con le seguenti esclusioni:

- Minori di anni 14, limitatamente alla quota fissa di Pronto Soccorso;
- Accessi e prestazioni erogate a pazienti con diritto all’esenzione (Allegato A decreto 161 del 28/06/2011 e sue eventuali successive modificazioni), l’esenzione per patologia solo se per riacutizzazione e/o aggravamento della patologia;
- Accessi per infortunio su lavoro (INAIL);
- Accessi su formale richiesta dell’Autorità Giudiziaria o degli organi di Pubblica Sicurezza;
- Accessi nelle 24 ore successive ad un precedente accesso, purché determinati dalla richiesta del medico di PS, limitatamente alla quota di PS;
- Accessi per stato febbrile superiore 38°C entro 21 giorni dall’arrivo da paesi tropicali (codice di esenzione 5G1).

Per i casi di intossicazione acuta il Pronto Soccorso è in collegamento con i Centri anti-veleni di Padova, Bologna, Pavia e Milano. Collabora, per fini di prevenzione degli incidenti sul lavoro, domestici e stradali con il Dipartimento di Prevenzione, con lo SPISAL e con l’INAIL, oltre che con l’Autorità Giudiziaria competente.

Il personale del Pronto Soccorso svolge attività di formazione, informazione e prevenzione all’interno dell’Ospedale, nelle scuole, negli ambienti di lavoro e di svago, su richiesta degli Enti locali, degli Istituti Scolastici, degli ordini professionali e delle Associazioni di categoria, in collaborazione con i Comandi di Polizia municipale e la Polizia Stradale. 

Lista Dirigenti/Titolari di P.O.

Enonguene Joelle Sandrine /curricula/consulenti_collaboratori/CURRICULUM_VITAE_DIRIGENTI__JOELLE.pdf [pdf ~32kb] Curriculum Vitæ
Ferretti Sandro /curricula/Curriculum_vitae_Ferretti_Sandro.pdf [pdf ~38kb] Curriculum Vitæ
Ferrucci Fabrizio Antonio /curricula/Curriculum_vitae_FERRUCCI_FABRIZIO.pdf [pdf ~35kb] Curriculum Vitæ
Fotia Giuseppe /Curriculum_FOTIA_GIUSEPPE.pdf [pdf ~32kb] Curriculum Vitæ
Frasson Claudio /curricula/Curriculum_vitae_ULSS_1o_FRASSON.pdf [pdf ~50kb] Curriculum Vitæ
Kusstatscher Stefano /curricula/Curriculum_vitae_KUSTASCHER.pdf [pdf ~42kb] Curriculum Vitæ
Lenzi Francesca /curricula/Curriculum_Francesca_Lenzi.pdf [pdf ~44kb] Curriculum Vitæ
Maset Chiara /curricula/CURRICULUM_MASET_CHIARA.pdf [pdf ~35kb] Curriculum Vitæ
Mattace Agata /curricula/Curriculum_MattaceAgata.pdf [pdf ~63kb] Curriculum Vitæ
Reschiglian Emanuela /curricula/Curriculum_vitae_Reschiglian_Emanuela.pdf [pdf ~34kb] Curriculum Vitæ
Sipala Giuseppe /Curriculum_vitae_SIPALA.pdf [pdf ~39kb] Curriculum Vitæ
Soattin Marta /curricula/CURRICULUM_SOATTIN.pdf [pdf ~42kb] Curriculum Vitæ
Tiupa Alexandru /curricula/CURRICULUM_VITAE_DIRIGENTI_TIUPA.pdf [pdf ~41kb] Curriculum Vitæ
Tsami Aikaterini /curricula/Curriculum_vitae_Tsami_ULSS_18.pdf [pdf ~65kb] Curriculum Vitæ

Responsabile del contenuto: Dott. Stefano Kusstatscher

Ultimo aggiornamento: 10/04/2015

La tua ULSS cambia nome!

Dal 1 gennaio 2017,
in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, le due aziende Ulss 18 di Rovigo e 19 di Adria si uniscono nella nuova Azienda Ulss 5 Polesana
il sito web a cui fare riferimento è
www.aulss5.veneto.it