5 Ottobre 2015
Categoria: Focus

Ottobre Rosa 2015

Donne...il seno di poi

La provincia di Rovigo, Andos e Lilt, promuovono il mese rosa dedicato alle donne polesane per favorire la diagnosi precoce del tumore al seno.

L’iniziativa, patrocinata dalla Regione Veneto e sostenuta dalle Ulss 18 e 19, ha incontrato il parere favorevole e la preziosa collaborazione di Arcisolidarietà, Renzo Barbujani Onlus, San Vincenzo de Paoli, Fidas Pados, Auser, la Casa di Cura di Porto Viro, la Rovigo Medica, la Casa di Cura di Santa Maria Maddalena, il Poliambulatorio Sant’Anna di Lendinara e i medici che hanno messo a disposizione i propri ambulatori per le visite senologiche gratuite. All'iniziativa hanno aderito tutti i 50 comuni polesani. 

Ogni anno in Italia a circa 48.000 donne viene diagnosticato un tumore al seno. Il carcinoma mammario è la neoplasia più diagnosticata nelle donne, con 1.000 nuovi casi al giorno nella sola Europa. L’80% dei tumori della mammella è diagnosticato in donne con più di 50 anni. Se la malattia è scoperta in fase precoce la sopravvivenza relativa a 5 anni dalla diagnosi raggiunge il 98% e infatti negli ultimi 20 anni i tassi di guarigione sono raddoppiati, grazie a diversi fattori, tra cui il miglioramento delle terapie e l’anticipazione diagnostica, avendone come risultato anche una migliorata qualità di vita. Sovrappeso e obesità, stile di vita sedentario, fumo, abuso di alcol, dieta povera di frutta e verdura, il primo ciclo mestruale prima dei 12 anni e la menopausa dopo i 50 anni sono alcuni dei principali fattori di rischio, così come la familiarità e la mutazione dei geni Brca-1 e Brca-2. Le cure attualmente disponibili includono la chirurgia, la radioterapia, la chemioterapia, l’ormonoterapia e le terapie biologiche, che si possono usare da sole o in combinazione, in base alle caratteristiche della paziente e della malattia. La chirurgia oncologica mammaria ha compiuto passi da gigante, con un numero sempre maggiore di interventi conservativi rispetto a quelli mutilanti. E la ricostruzione del seno già durante l’intervento, evita alla paziente lo stress di un nuovo intervento garantendo un miglior recupero.

 La diagnosi precoce è possibile grazie ai programmi di screening e all’attenzione che sempre più donne dedicano al loro seno aderendo alle campagne di prevenzione come l’ottobre rosa che, nel corso del 2014, ha visto oltre 600 donne effettuare la visita senologica gratuita. Anche quest’anno il programma è fitto di appuntamenti, dagli incontri di divulgazione a tema fino alle visite senologiche con 12 ambulatori attivi sul territorio. 

 

Galleria Immagini

Documenti scaricabili

/Focus/ottobre_rosa_2015_pieghevole.pdf [pdf ~853kb] Brochure ottobre rosa

Focus

Elenco completo

La tua ULSS cambia nome!

Dal 1 gennaio 2017,
in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, le due aziende Ulss 18 di Rovigo e 19 di Adria si uniscono nella nuova Azienda Ulss 5 Polesana
il sito web a cui fare riferimento è
www.aulss5.veneto.it