30 Gennaio 2009
Categoria: Focus

Virus del nilo

presentato ai sindaci il piano di sorveglianza e monitoraggio effettuato nel territorio

 

L’Azienda ULSS 18 ha oggi organizzato un incontro con i sindaci del territorio aziendale per illustrare i dati del piano di sorveglianza regionale per West Nile Disease, iniziato nell'autunno 2008 e proseguito fino al 31/12/2008.

Obiettivo del piano di monitoraggio era quello di giungere a valutazioni epidemiologiche utili a definire l’estensione dell’area geografica in cui il virus WND (trasmesso dalle zanzare) poteva essere diffuso attraverso le indagini sierologiche condotte sui cavalli che fungono così da “sentinelle”. Proprio per questo erano state date dalla Regione indicazioni sulla scelta di allevamenti da campionare; si dovevano cercare allevamenti, anche di piccole dimensioni, che avessero al loro interno cavalli autoctoni, stanziali, escludendo dal monitoraggio gli allevamenti o gli animali che avessero subito movimentazioni negli ultimi 3 mesi.

Il motivo è di facile comprensione: il cavallo, che a pari dell’uomo è un ospite finale, e quindi non in grado di trasmettere il virus ad altri cavalli e all’uomo, costituisce un’importante sentinella e quindi il cavallo autoctono, eventualmente riscontrato positivo con presenza di anticorpi è in grado di fornire importanti informazioni circa la diffusione del virus nell’area interessata.

Gli esiti della ricerca che è stata condotta sono, quindi, di straordinaria importanza e permetteranno di definire l’entità e la vastità del fenomeno per la conseguente predisposizione di importanti strategie di prevenzione.


I dati complessivi relativi alla sorveglianza veterinaria con gli esiti pervenuti alla data odierna sono i seguenti:

Allevamenti sottoposti ad indagine sierologica

95

Allevamenti positivi

70

Allevamenti negativi

25

N. cavalli sottoposti ad indagine sierologica

242

N. cavalli con evidenziata presenza di anticorpi

153

 

 

Tutti gli animali riscontrati positivi per presenza di anticorpi sono risultati asintomatici, stanno quindi bene e non presentano malattia!


A positività accertata presso gli allevamenti, l’indagine sierologica mirata alla ricerca di anticorpi anti-WND è stata estesa, da parte dei Servizi Igiene e Sanità Pubblica, alle persone (proprietari dei cavalli riscontrati positivi, loro famigliari, lavoratori e addetti), che potenzialmente potevano essere stati esposti alle stesse punture di zanzare che avevano punto gli animali riscontrati, poi, positivi.


I dati complessivi relativi alla sorveglianza umana con gli esiti pervenuti alla data odierna sono i seguenti:

 

Prelievi eseguiti

126

Positività anticorpali

3

Negatività anticorpali

123



Le 3 persone riscontrate positive per presenza di anticorpi sono risultate totalmente asintomatiche, quindi stanno bene e non presentano malattia: inoltre si è verificato un quarto caso riscontrato positivo occasionalmente nel caso di accertamenti clinici in altre strutture sanitarie fuori provincia.

Al di fuori del piano di monitoraggio, si è verificato un solo caso che ha espresso la malattia: il paziente è tuttora ricoverato in condizioni stabili.

Durante la riunione, cui sono stati invitati anche i presidenti dei Consorzi di Bonifica Polesani, sono state presentate le nuove linee guida regionali al fine di permettere un’efficace applicazione delle stesse mediante la definizione di strategie condivise di lotta alle zanzare mirate alla realizzazione di interventi di disinfestazione quanto più possibile omogenei e coordinati sul territorio.

Focus

Elenco completo

La tua ULSS cambia nome!

Dal 1 gennaio 2017,
in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, le due aziende Ulss 18 di Rovigo e 19 di Adria si uniscono nella nuova Azienda Ulss 5 Polesana
il sito web a cui fare riferimento è
www.aulss5.veneto.it